Rassegna stampa

«Dalle bacchette di Lula all’insegnante bacchettato»

Inserito da admin il 11 Maggio, 2011 - 12:03

la nuova sardegna 11 maggio 2011«Dalle bacchette di Lula all’insegnante bacchettato»
 
Sabato all’Itc di Biscollai il convegno della Gilda sulla meritocrazia nelle scuole
 
Docenti e scrittori a confronto Premio a Bernardini
 
 NUORO. Sarà un tuffo tra presente e passato che tristemente, a volte, sembra ritornare anche tra i banchi di scuola. Ci sarà un ospite d’eccezione, il maestro e scrittore Albino Bernardini, protagonista di una stagione epica e rivoluzionaria per la scuola italiana.
 Ci saranno esperti, autori di inchieste, docenti e sindacalisti. Tra pochi giorni, sabato, a partire dalle 9, nell’auditorium dell’Itc Satta di Biscollai, il mondo della scuola si prepara a confrontarsi e ad approfondire uno dei temi più caldi che le recenti riforme hanno introdotto anche nelle aule: la cosiddetta meritocrazia. Le pagelle ai docenti, le sanzioni e tutto il ricco corredo di polemiche e interrogativi che si sono trascinate dietro. Il convegno di questo sabato è stato organizzato dalla Gilda-Unams ed è un convegno nazionale, unico in Italia, e approvato dal ministero dell’Istruzione e, «considerato il particolare interesse che l’argomento riveste» scrive il ministero, i docenti interessati possono parteciparvi perché hanno diritto a essere esonerati dal lavoro, per la durata del convegno.

( categories: Sindacato )

«Antisindacale», condannato

Inserito da admin il 11 Maggio, 2011 - 08:07

la nuova sardegna 11 maggio 2011«Antisindacale», condannato
 
Atzara, la sentenza del giudice del lavoro di Oristano nei confronti del preside dell’istituto comprensivo
 
 
MARIA GIOVANNA FOSSATI

 NUORO. Il giudice del lavoro del tribunale di Oristano ha condannato ieri il preside dell’istituto comprensivo di Atzara, Lucio Arru, per comportamento antisindacale, vincolandolo a contrattare su tutte le materie dell’articolo 6 del contratto collettivo nazionale della scuola. Articolo al quale il dirigente aveva derogato, secondo le indicazioni dell’Anp (associazione nazionale presidi), in base alle quali i criteri generali per l’utilizzo del personale e l’organizzazione del lavoro della scuola, sono di esclusiva competenza del dirigente scolastico. Un’interpretazione erronea (secondo il tribunale di Oristano) del decreto Brunetta numero 150 del 2009, che potrà trovare applicazione solo “a seguito del rinnovo del contratto collettivo nazionale che determina ambiti e materie entro le quali deve svolgersi la contrattazione decentrata in ossequio al principio di gerarchia delle fonti contrattuali che viene confermato nello stesso decreto”.

( categories: Rassegna stampa )

SVILUPPO: BOZZA, PIANO TRIENNALE PRECARI SCUOLA, 65.000 ASSUNZIONI

Inserito da admin il 4 Maggio, 2011 - 18:14
adnkronosRoma, 4 mag. - (Adnkronos) - In arrivo 65mila assunzioni nella scuola. La bozza del decreto sviluppo, che domani sarà presentata al Cdm, prevede l'adozione di «un piano triennale di immissioni in ruolo». Il piano determinerebbe la copertura totale (o quasi) dei posti vacanti e disponibili nell'anno 2011-2012. Si tratta di circa 65.000 unità tra personale docente e Ata.

(Sim/Pn/Adnkronos) 04-MAG-11 19:06 NNN

( categories: Mondo scuola | Spazio precari )

Precari, ventata di assunzioni

Inserito da admin il 23 Aprile, 2011 - 06:12

Precari, ventata di assunzioni
Dopo i ricorsi Gilda il ministero decide per le immissioni in ruolo

VALERIA GIANOGLIO

NUORO. Tante ed estenuanti battaglie, evidentemente, alla fine sono servite a qualcosa: tra Nuoro e provincia, dal prossimo anno scolastico, diverse decine di docenti precari, dopo tante traversie, verranno finalmente immessi in ruolo. A conti fatti, potrebbero essere circa un centinaio. La notizia arriva fresca fresca da un tavolo convocato avant’ieri al ministero dell’Istruzione.

( categories: Sindacato )

Elementari, il ministero taglia 71 maestri

Inserito da admin il 13 Aprile, 2011 - 15:37

Elementari, il ministero taglia 71 maestri
 
Maria Di Patre (Gilda): sono in soprannumero, daremo battaglia a Roma
 
«Saranno costretti a spostarsi di comune o a fare i tappabuchi»
 
VALERIA GIANOGLIO

 NUORO. C’è chi verrà spedito ai confini dell’impero, in qualche minuscolo comune lontano anni luce dal proprio, chi finirà a fare il tappabuchi nella propria scuola, chi, ancora, dovrà ciondolare in attesa di conoscere il proprio destino. L’unica triste certezza la dà in queste ore il ministero.

( categories: Sindacato )