Sostegno

NOTA MIUR 7591 SU CORSI RICONVERSIONE SU SOSTEGNO: termine domande 31/10/2012

Inserito da admin il 10 Ottobre, 2012 - 14:49

Il MIUR prevede di formare un numero di docenti, che può oscillare da 1240 a 1550 unità.
Possono fare richiesta:
- I docenti in posizione di esubero nelle classi di concorso A075 - A076 - C555 - C999
- I docenti appartenenti alla Tabella C in base all'entità dell'esubero su scala regionale, in base all'entità
dell'esubero come da schema allegato. (AlI. 1)
- In subordine i docenti appartenenti alle classi di concorso in esubero.


A parità di posizione in graduatoria di esubero la precedenza sarà data ai docenti
- con maggiore anzianità di servizio valutato ai sensi della tabella di valutazione, relativa ai soprannumerari,
allegata al CCNI sulla mobilità (29/02/2012)
- con servizio sul sostegno senza titolo specifico di almeno un anno negli ultimi cinque anni scolastici
- che hanno frequentato corsi su disabilità e integrazione scolastica presso gli UUSSRR.
Casi specifici dovuti a modificazioni dell'offerta formativa, ad esempio la chiusura di alcuni indirizzi, ed eventuali peculiarità territoriali, saranno presi in esami dalle SS. LL. in sede di confronto con le OO.SS. regionali.
Le domande di partecipazione, opportunamente compilate, dovranno pervenire al Dirigente dell'Ufficio VI, dotto Maurizio Piscitelli, all'indirizzo di posta elettronica [email protected]
entro e non oltre il 31 ottobre 2012.

( categories: Sostegno )

RICONVERSIONE SU SOSTEGNO: IN ARRIVO CORSI PER UN MASSIMO DI 1.550 DOCENTI IN TUTTA ITALIA

Inserito da admin il 26 Settembre, 2012 - 16:26
inversione su sostegnoNella giornata di ieri si è svolto un incontro al MIUR col Dott. Piscitelli per definire i criteri per l' ammissione ai corsi di riconversione sul sostegno del personale docente in esubero, oppure appartenente a classi di concorso o tipologie di posti con esubero provinciale.
Il Dott. Piscitelli ha informato le OO.SS. che in questa tornata sarà possibile attivare 31 corsi - di cui almeno 1 in ciascuna delle 18 Regioni - con un numero di 40/50 partecipanti, per cui gli ammessi potranno oscillare fra 1.240 e 1.550.
Inoltre, il rappresentante dell' Amministrazione ha precisato che le domande di partecipazione saranno volontarie e che non si terrà conto delle disponibilità a partecipare dichiarate all' atto del monitoraggio effettuato nei mesi scorsi: pertanto chi ha interesse a frequentare i suddetti corsi di riconversione dovrà presentare la domanda attestando di appartenere a classi di concorso o tipologie di posti in esubero nella provincia di titolarità, oppure di essere essi stessi in esubero, in quanto trasferiti d' ufficio o a domanda condizionata in altra istituzione scolastica.


Nell' incontro in programma il 9 ottobre prossimo - dopo che il MIUR avrà fornito alle OO.SS. gli esuberi nazionali suddivisi per provincia, per ordine e grado di scuola e per classe di concorso o tipologia di posti relativi agli organici concernenti il 2012/13 - si determineranno le classi di concorso cui attribuire la precedenza per la suddetta riconversione. Attualmente sono fuori discussione l' A075, l' A076 e la Tabella C, di cui in particolare la C555 e la C 999 relative al personale trasferitosi dagli EE.LL. ai sensi della L. 124/99 e che attualmente sono privi di titoli di studio e/o professionali spendibili per l' insegnamento.
Ad essi - oltre alle altre classi di concorso e tipologie di posti di cui sopra - vanno aggiunti coloro che prestano servizio su posti di sostegno, in quanto utilizzati a domanda, senza il previsto possesso della specializzazione. Il MIUR ha proposto di riconoscere la precedenza anche a coloro che hanno frequentato corsi attinenti al sostegno organizzati dagli UU.SS.RR. Su questo punto la Gilda UNAMS ha chiesto di conoscere quali sono i corsi di sostegno che s' intendono legittimare, onde evitare il depauperamento delle competenze didattiche, metodologiche e contenutistiche proprie dei docenti di sostegno.
La ns. Delegazione, intervenendo in merito a quanto sopra, ha premesso che ritiene ineludibile il rispetto degli artt. 63 e 64 del CCNL del 29/11/12 e, precisamente ha sottolineato che i suddetti corsi organizzati dall' Amministrazione non devono comportare spese per i partecipanti e che, trattandosi a tutti gli effetti di servizio, esso debba essere alternativo e non aggiuntivo a quello d' istituto. Inoltre, qualora i docenti interessati dovessero essere ammessi a fruire del diritto allo studio, essi non devono intaccare l' aliquota del 3% riservata per tale finalità al restante personale.
In merito alla precedenza che il MIUR intende riconoscere al personale più giovane, la ns. Federazione si è richiamata al rispetto delle posizioni derivanti dal punteggio d' inserimento nelle graduatorie per l' individuazione dei soprannumerari, in quanto - trattandosi di domanda volontaria - va privilegiato il punteggio più elevato.
Infine, la ns. Delegazione - relativamente ai docenti inseriti nella C555 e nella C999 - ha evidenziato contrarietà qualora dovesse essere avviato ai suddetti corsi il personale senza il possesso di alcun titolo specifico valido per l' insegnamento, dato che ad essi sono riservati i posti ATA, come disposto dall' art. 14 del DM 95/12 (Spending review) che ne ha previsto l' inquadramento.

( categories: Sostegno )

La sesta vittoria della Federazione Gilda-Unams sulla questione delle ore di sostegno

Inserito da admin il 18 Febbraio, 2012 - 08:31
tar bariIl Tar di Bari, con ordinanza nr.118/2012, ribadisce il riconoscimento delle ore di sostegno a 44 minori diversamente abili della provincia di Foggia.

Tra le motivazioni è stato riaffermato "anche alla luce della giurisprudenza della Corte Costituzionale (richiamata puntualmente nel ricorso) quello all'assegnazione dell'assistenza scolastica si qualifica come interesse legittimo incomprimibile, perché connesso ad un diritto fondamentale della persona che non può subire, in considerazione delle esigenze di bilancio, limitazioni così riduttive come quelle operate dagli impugnati provvedimenti".

( categories: Sostegno )

SOSTEGNO: LA GILDA DI NUORO CHIEDE TRASPARENZA SULLE AREE DI INTERVENTO E SULLE (MANCATE) DEROGHE AL RAPPORTO 1:1

Inserito da admin il 19 Settembre, 2011 - 12:55
Al Dirigente dell'Ufficio Scolastico Regionale
Sardegna
Ambito Territoriale di Nuoro
dott.ssa Pierangela Cocco

p.c.  Alle Organizzazioni Sindacali
Nuoro


Oggetto: richiesta di informativa sindacale sui criteri di assegnazione delle Aree per la Scuola secondaria di II° e sulle deroghe al rapporto 1:2 insegnante/alunno.



La sottoscritta Maria Domenica Di Patre, coordinatrice provinciale della scrivente organizzazione sindacale, alla luce delle numerose rimostranze pervenuteci da parte di docenti di sostegno relativamente a variazioni dell'area di intervento degli alunni operate da codesto Ufficio, nonché di richieste di supporto da parte di famiglie che si sono viste negare l'attribuzione del rapporto 1:1 insegnante/alunno, nonostante la documentazione clinica e didattica presentata a sostegno della richiesta di deroga

CHIEDE


1. Di conoscere i criteri in base ai quali sono state eventualmente disposte le variazioni di Area di intervento sugli alunni diversamente abili frequentanti la Scuola Secondaria di II°
2. Di conoscere il numero di deroghe al rapporto 1:2 insegnante/alunno pervenute a codesto Ufficio e quelle effettivamente concesse
3. Di conoscere i criteri che hanno indotto codesto Ufficio a respingere le richieste di deroga al rapporto 1:2, nonostante le indicazioni fornite dalla normativa ministeriale e dalla stessa Corte Costituzionale, nella sentenza n. 80 del 26 febbraio 2010

 
Cordiali saluti

Nuoro, 14 settembre 2011                   

( categories: Sostegno )

Linee Guida per l'integrazione scolastica degli alunni in difficoltà - MIUR - agosto 2009

Inserito da admin il 13 Agosto, 2009 - 19:08
In allegato
( categories: Normativa | Sostegno )