Comunicati Gilda

LEGGE STABILITÀ, GILDA: LOTTEREMO SENZA SOSTA CONTRO LE 24 ORE

Inserito da admin il 11 Novembre, 2012 - 11:13
non si passa!!"I tempi stringono ed è molto grave che il ministro Profumo non sia ancora riuscito a presentare una proposta alternativa all'aumento dell'orario di lavoro per i docenti per rispettare i risparmi dettati dalla spending review. Noi lotteremo fino in fondo per contrastare le 24 ore e, a questo punto, lo sciopero e la manifestazione del 24 novembre saranno soltanto l'inizio di una dura battaglia". Così il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, commenta la notizia della mancanza di una copertura finanziaria per evitare il passaggio da 18 a 24 ore settimanali di insegnamento.

 

"Entro mercoledì – continua Di Meglio – la legge di Stabilità andrà al voto e noi ci opporremo strenuamente per respingere un provvedimento così iniquo che non contempla alcun precedente simile neanche in epoche non democratiche. I partiti sono avvertiti: noi vigileremo senza sosta affinché non si proceda lungo questa strada. In un Paese democratico – conclude il coordinatore nazionale della Gilda – la politica non può assumere decisioni drastiche ignorando completamente una protesta così forte come quella che si sta sollevando dal mondo della scuola".

( categories: Comunicati Gilda )

Rottura dell'unità sindacale a Nuoro. Qualche documento utile

Inserito da admin il 6 Novembre, 2012 - 12:11

Le quattro organizzazioni sindacali nuoresi Flc (Antonella Cidda), CISL (Marialuisa Ariu), UIL (Pierpaolo Zidda), Snals (Graziano Boi), hanno chiesto ai loro vertici di "intervenire duramente" (proprio così!) nei confronti della Gilda di Nuoro, colpevole di avere invitato il coordinatore nazionale Rino Di Meglio a Nuoro.

Visto il clima di diffamazione e menzogna diffuso da questi signori nelle nostre scuole, in un momento in cui altrove ci si muove unitariamente, vi proponiamo un piccolo estratto di assemblee indette autonomamente da Flc, CISL, UIL e Snals in tutta Italia: non era nel loro diritto indirle? Certamente! E allora perché mettere in discussione il nostro diritto a fare altrettanto, per poi presentarci insieme il 13 novembre?

Vi proponiamo, in modo particolare, l'indizione di assemblea del segretario nazionale Flc Domenico Pantaleo per mercoledì 7 novembre 2012 a Campobasso e l'indizione di sciopero della FLC per il 14 novembre!!!
Ma come: la Gilda chiama "inopinatamente" Rino Di Meglio a Nuoro e la Flc, invece, chiama "legittimamente" Domenico Pantaleo a Campobasso?
Ma come: lo sciopero unitario è il 24 novembre e la Flc, non contenta di aver scioperato da sola il 12 ottobre (9% di adesioni), ora sciopera da sola il 14, pur sapendo che i 100 euro della giornata di sciopero sono preziosissimi per tutti. È proprio il modo migliore per mostrare come a scuola siamo sempre più pocos, locos, malunidos e soprattutto, qualcuno, in malafede!

Che strano... sembrerebbe che, per certi sindacalisti, il vero problema siano la Gilda di Nuoro e i suoi 1300 insegnanti iscritti su 3000 in provincia... Ebbene, continueremo a dare fastidio! Noi, tuttavia, non scriviamo alla segreteria nazionale Flc affinché intervenga a colpire duramente, principalmente perché rispettiamo le prerogative sindacali di ciascuno e poi perché, a Nuoro, a quanto sembra, provvedono a colpirsi duramente da se stessi...

( categories: Comunicati Gilda )

Lettera aperta al personale docente e Ata - L'unità sindacale e i capponi di Renzo

Inserito da admin il 3 Novembre, 2012 - 11:44

  Care colleghe e cari colleghi,
Sapete tutti quale grave emergenza stia affrontando la scuola italiana in queste settimane e sapete anche che gli ultimi “attacchi”, legati alla revisione della spesa e alla legge di stabilità, sono solo l'episodio culminante di una cattiva politica scolastica, pluridecennale e bipartisan.

Contro questa politica, la nostra associazione, Gilda degli insegnanti, riunita in assemblea nazionale il 30 settembre, ha deciso che fosse giunto il momento di raccogliere unitariamente tutte le forze del mondo della scuola, superando le divisioni sindacali, per non consentire al Governo di calpestare l'istruzione pubblica statale.

In particolare, la Gilda si è spesa fin da subito per raggiungere una forte convergenza sugli obiettivi comuni del riconoscimento degli scatti stipendiali e della battaglia contro l'aumento di un terzo dell'orario di lavoro a parità di stipendio.
Questo sforzo, a livello nazionale, è stato largamente premiato dalla massima adesione delle sigle rappresentative alla piattaforma di mobilitazione, realizzata con il recente ingresso della Flc e, a livello territoriale nuorese, da un positivo fermento nelle nostre scuole, conclusosi, in moltissimi casi, con la sottoscrizione di documenti unitari.

La legittima domanda che molti di voi si porranno in questi giorni è: come mai, allora, in Provincia di Nuoro, la Gilda non prende parte alle assemblee unitarie, programmate in tutto il restante territorio nazionale per la data del 13 novembre?
La risposta, semplice quanto amara, è che quattro segreterie provinciali nuoresi (Flc, Cisl, Uil e Snals) hanno convenuto, caso unico in Italia, di estromettere la Gilda, disperdendo energie preziose nella battaglia contro un Governo quanto mai ostile, comportandosi come i capponi di Renzo.

La Gilda, tuttavia, prosegue nel suo impegno unitario e non pensa di avere altri avversari se non coloro che continuano a legiferare contro la scuola, contro la professionalità del personale docente e ATA delle nostre scuole e perciò stesso contro i nostri figli e il loro futuro.
Voglio perciò rassicurarvi che, al di là di questi insignificanti episodi locali, la Gilda ha sostenuto e continuerà a sostenere una unica ed unitaria battaglia a favore della scuola.

Un abbraccio

La vicecoordinatrice nazionale
Maria Domenica Di Patre

 

*********************

PS: La Gilda, fin da settembre, ha programmato un'assemblea con il coordinatore nazionale, Rino Di Meglio, per l'8 novembre (N.B.: 8, non 13).

Giova ricordare che lo stesso coordinatore, prima dell'indizione formale della suddetta assemblea, datata 22 ottobre, ha informato i suoi colleghi segretari nazionali delle altre sigle, Scrima, Di Menna, e Nigi, i quali hanno, giustamente, sostenuto l'opportunità di più occasioni di informazione e mobilitazione, da affiancare alla giornata del 13 novembre, anche da parte delle singole organizzazioni. In tutta Italia, come è facile constatare sui siti internet dei vari sindacati, questo fermento assembleare è, per fortuna, largamente diffuso.

Nonostante questo quadro di accordo e correttezza, nel nostro territorio le segreterie provinciali di FLC (Antonella Cidda), Cisl (Marialuisa Ariu), Uil (Pierpaolo Zidda) e Snals (Graziano Boi), sottoscrivono questo pittoresco documento, con cui chiedono ai segretari nazionali di "intervenire in maniera decisa nei confronti della Gilda nuorese" (fucilazione? sedia elettrica? o cosa?)

Giusto per comprendere la fondatezza dell'accusa mossa alla Gilda di Nuoro, vi proponiamo un piccolo campionario di assemblee sindacali indette in tutta Italia dagli altri sindacati. In nessun caso, tranne che a Nuoro, questo esercizio di autonomia ha provocato la rottura dell'unità sindacale...
Francamente viene da chiedersi contro chi veramente certe persone vogliano battersi...

 ************************

PS 2: la Flc nuorese (che mai si stanca di non stupirci) ha aderito allo sciopero del 14 novembre. Chissà se questa violazione dell'accordo susciterà altrettanta indignazione ai colleghi confederali...

( categories: Comunicati Gilda )

NOMINE SUPPLENTI, INTOLLERABILI I RITARDI DELL'AMMINISTRAZIONE

Inserito da admin il 1 Novembre, 2012 - 15:19
Il grave ritardo con cui, a cura dell'Amministrazione, si stanno effettuando le operazioni di aggiornamento delle Graduatorie d'Istituto per l'a.s. 2012/2013 crea, in questo travagliato inizio di anno scolastico, un ulteriore grave disagio ai docenti e agli alunni, danneggiando la scuola pubblica.

 Il ritardo non è certo imputabile ai docenti, che dovevano presentare le domande entro il 24 settembre 2012, ma totalmente all'Amministrazione che non riesce neppure a rispettare le scadenze che essa stessa si è data.


I supplenti che sono stati nominati in questa prima parte dell'anno scolastico e stanno insegnando nelle classi "fino all'avente diritto", quando verranno pubblicate le Graduatorie definitive dovranno lasciare il loro posto a chi sarà nominato e spostarsi su altre scuole, con un aggravio di lavoro anche per le segreterie delle scuole.
I gravi danni di questi "spostamenti", ad anno scolastico inoltrato, sono evidenti sia per i docenti che per gli alunni, e le loro famiglie, che vedranno cambiare gli insegnanti dopo che gli stessi avevano già impostato e programmato le attività, impossibilitati a garantire la continuità didattica nelle classi.

( categories: Comunicati Gilda )

ABOLITA LA TRATTENUTA 2,5%, RETROMARCIA DEL GOVERNO

Inserito da admin il 31 Ottobre, 2012 - 23:33

La trattenuta del 2,5% sugli stipendi, sanzionata dalla Corte Costituzionale, adesso è legittima. A “riabilitare” il prelievo per la buonuscita è un decreto legge approvato dal governo che ha abrogato la disposizione contenuta in una precedente legge del 2010 secondo la quale, a decorrere dal 1 gennaio 2011, il computo del trattamento di fine servizio doveva essere effettuato con l'applicazione dell'aliquota del 6,91% a carico della sola amministrazione e nessun onere per il dipendente, rimettendo le lancette dell'orologio al 1 gennaio 2011 e ripristinando il Tfs. Con il provvedimento varato lo scorso 26 ottobre, Palazzo Chigi ha fatto, dunque, retromarcia.

 

Per capire meglio la questione, dalla quale sono esclusi i docenti entrati in ruolo a partire dal 2002 perché assunti come i dipendenti privati in regime di Tfr, ricapitoliamone le tappe salienti.

( categories: Comunicati Gilda )
XML feed