Spazio precari

INCONTRO AL MIUR SULLE EMERGENZE STIPENDI E FERIE DEI COLLEGHI PRECARI, ASSEGNAZIONE RISORSE ALLE SCUOLE

Inserito da admin il 25 Marzo, 2013 - 14:31

spiccioliResoconto incontro MIUR del 25 marzo 2013

Odg. Monetizzazione ferie precari
All'incontro, fissato per le ore 12, ma iniziato come al solito in ritardo, sono presenti le OOSS e il Direttore del bilancio. Il direttore Filisetti comunica all'inizio dell'incontro che ha ricevuto le note delle OOSS (tra cui quella della Gilda-Unams, indirizzate anche al Capo-dipartimento e al Capo-gabinetto) con i rilievi sulla bozza di circolare che il MIUR vorrebbe emanare sulla monetizzazione delle ferie dei colleghi precari.


Vista la decisa e motivata contrarietà al contenuto della circolare che le OOSS hanno portato all'attenzione dell'Amministrazione, motivazioni che peraltro sono state ribadite durante l'incontro, il dottor Filisetti ritiene sia necessario da parte degli uffici del MIUR un ulteriore approfondimento, in particolare dell'ufficio legale, e riaggiorna la riunione a mercoledì 27 marzo alle ore 11.00
La delegazione Gilda-Unams ha sottolineato come sia necessario che il MIUR intervenga sui Dirigenti scolastici che stanno obbligando i docenti a richiedere le ferie nei periodi di sospensione delle lezioni, addirittura in alcuni casi con decreti che mettono in ferie il docente retroattivamente, e che con la circolare venga ribadito, come previsto dalla normativa, che per l'a.s. 2012/13 venga rispettato il CCNL su tutta la materia delle ferie.
A margine della riunione sono state chieste dalle OOSS informazioni circa:
assegnazione risorse MOF alle scuole; Filisetti ha risposto che il decreto di riparto è alla ragioneria (UCB) per la registrazione, non ci sono tempi precisi, ma se non ci fossero rilievi l'assegnazione avverrà entro pochi giorni;
pagamento stipendi supplenti 2012 (richiesto dalla delegazione Gilda-Unams); Filisetti ha risposto che le somme alle scuole con i conti in ordine sono già state accreditate, per le altre sono in corso di accertamento le somme richieste, ma l'Amministrazione cerca di fare il più in fretta possibile; per il 2013 le differenze tra le somme stanziate e quelle spese sono già state saldate. Le OOSS hanno riportato mail di scuole che dicono di non aver ancora ricevuto i fondi e sollecitato l'Amministrazione a verificare anche queste situazioni. Una possibile soluzione potrebbe essere quella di assegnare alle scuole l'intera somma annua per permettere di scalare mensilmente i pagamenti.

( categories: Spazio precari )

TFA SPECIALI E RIDUZIONE DI UN ANNO DEI CICLI SCOLASTI, LE ULTIME FOLLIE DI UN MINISTRO USCENTE

Inserito da admin il 22 Marzo, 2013 - 18:09
Relazione incontro al MIUR del 22 marzo 2013
Presenti per l'amministrazione Dott.ssa Stellacci e Dott.Chiappetta

Questa mattina, con convocazione urgente inviata alle OO.SS. nella serata di ieri 21 marzo, si è tenuto un incontro tra OO.SS. e Amministrazione su:
• TFA speciali
• Durata del percorso formativo sistema scolastico italiano

La Dott.ssa Stellacci ha relazionato sulle ultime proposte del Ministro Profumo in merito ai TFA speciali e alla durata del percorso formativo. Le OO.SS. hanno evidenziato l'anomalia di una convocazione fatta all'ultimo momento e senza alcuna documentazione allegata.



La Dott.ssa Stellacci inizialmente ha esposto la bozza di decreto ministeriale sui TFA Speciali. Queste le principali e inaspettate novità:
• Si propone un'ulteriore rettifica del Decreto 249/2010 con la variazione dei criteri di programmazione per l'accesso ai TFA speciali. Resta confermato il criterio dei tre anni di servizio inserito nella bozza precedente. Il MIUR ribadisce che le graduatorie ad esaurimento restano chiuse e non potranno esservi inclusi i nuovi abilitati. Ai TFA Speciali potranno essere ammessi anche gli abilitati in altre discipline: ad esempio, un docente abilitato in A050, con servizio in A050, potrebbe partecipare, avendo i requisiti di accesso, al TFA Speciale per la A051. I tecnici del MIUR calcolano, a nostro avviso in difetto, che i partecipanti potenziali ai TFA speciali sarebbero 70-75 mila precari della scuola. Coloro che superano TFA ordinari e TFA speciali potranno inserirsi nella graduatoria di istituto di II fascia.
• La vera e fondamentale novità consiste nelle procedure di accesso, fino ad oggi sconosciute. I circa 75mila colleghi precari abilitandi dovrebbero beneficiare dei corsi abilitanti nell'arco di tre anni (2012/13 – 2013/14 – 2014/15). L'assurda intenzione del MIUR è di sottoporre anche i precari storici a un test nazionale di selezione analogo a quello già utilizzato per i TFA ordinari. Tale prova nazionale, a dire del MIUR, non sarebbe selettiva, ma servirebbe per dare un punteggio da 0 a 35 punti e per permettere, così, di suddividere gli insegnanti nei tre anni suddetti. Tutti gli aventi titolo saranno inseriti nei TFA Speciali, ma con priorità per coloro che otterranno il miglior risultato nel test, senza prendere in considerazione altri fondamentali criteri come, per esempio, l'anzianità di insegnamento. L'attribuzione del punteggio finale, espresso in 100/100, seguirebbe questi criteri:
o per il quiz iniziale di cui sopra, da 0 a 35 punti;
o per le verifiche in itinere dei crediti ottenibili, fino ad un massimo di 50 punti;
o 15 punti per la prova finale.
• Sulla base del punteggio conseguito nella prova nazionale verranno definite le scansioni di partecipazione. Ovviamente i tempi del percorso di abilitazione dipenderanno dal numero dei potenziali partecipanti per classe di concorso. Il MIUR precisa che, in caso di discipline con pochi aspiranti, sarà possibile far partire tutti già dal primo anno, senza ricorrere al contingentamento.
• Il Decreto, così come descritto, potrebbe essere firmato dal Ministro entro la mezzanotte di oggi. Ricordiamo che le OO.SS. sono state convocate, nonostante la gravità e la delicatezza della materia in questione, solamente nella mattinata di oggi e senza alcuna documentazione scritta.
• I TFA Speciali, dopo la firma del Ministro, potranno essere attivati dopo il visto della Corte dei Conti e la pubblicazione in G.U.

( categories: Spazio precari )

CONCORSO DDG 82/2012 - PUBBLICATO ELENCO AMMESSI A PROVA PRATICA A025 - A028 (DISEGNO, ST. ARTE, ED. ARTISTICA)

Inserito da admin il 19 Marzo, 2013 - 22:21
L'USR ha pubblicato il decreto di ammissione e l'elenco di 12 candidati ammessi alla prova pratica, in seguito al superamento della prova scritta, per le classi di concorso A025 e A028.
Con Nota Prot.AOODRSA.REG.UFF. n. 4628 l'USR avvisa i candidati che hanno superato la prova scritta per l’Ambito Disciplinare K01 (classi di concorso A025 e A028), di cui all’allegato elenco, che la prova pratica, prevista dall’art. 9, comma II, del bando di concorso si svolgerà in data 12 aprile 2013, con inizio alle ore 8.30, presso il Liceo Classico Scientifico “Euclide” di Cagliari, con sede in Via Ligas, e terminerà alle ore 14,30.
( categories: Spazio precari )

MIUR, INCONTRO SU TFA E CLASSI DI CONCORSO

Inserito da admin il 19 Febbraio, 2013 - 15:43
tfaRelazione incontro al MIUR del 19 febbraio 2013

TFA E CLASSI DI CONCORSO
Presenti per l'Amministrazione Stellacci, De Angelis, Bruschi, Chiappetta

TFA ordinari

L'Amministrazione, venendo incontro alle richiesta da parte delle OO.SS. ha predisposto una circolare inerente l'organizzazione e lo svolgimento dei percorsi di abilitazione ex DM 249/2010 per ciò che concerne i TFA ordinari, quelli già in corso. Le principali indicazioni prevedono:
• Organizzazione e ricorso sistematico a conferenze regionali di coordinamento integrate dai direttori degli Uffici Scolastici Regionali per affrontare i problemi organizzativi e la collaborazione tra Università e scuole.



• Si prevede che la durata dei TFA ordinari 2011-12 (quelli in corso) debba finire entro la fine del presente anno scolastico (prove finali entro maggio-giugno).
• Si riconfermano le condizioni previste dal Decreto 249/2010 circa il valore dei crediti utilizzabili. Per i docenti in possesso di almeno 360 giorni di servizio sono considerati assolti 10 dei 19 crediti di rirocinio e 9 dei 18 crediti di didattiche e laboratori disciplinari. Resta impregiudicata la possibilità di disporre, da parte degli Atenei, valutando i singoli casi, l'assolvimento di ulteriori crediti (ad es. un aspirante già in possesso di titolo di specializzazione sul sostegno non deve affrontare i 3 CFU di tirocinio dedicati ad alunni disabili e i 6 CFU di Scienza dell'educazione dedicati ai bisogni speciali, così anche i master o i dottorati potrebbero essere oggetto di valutazione da parte degli Atenei).
• Si ribadisce che le attività di tirocinio non ricomprendono solo il tirocinio in classe, ma anche le attività collegate (preparazione del materiale didattico, partecipazione in senso ampio alla vita dell'istituzione scolastica).
• Per le situazioni di maternità o di presenza di gravi patologie il candidato potrà sostenere senza oneri accessori il TFA del prossimo anno.
• Restano le incompatibilità di frequenza in caso di dottorati di ricerca ovvero "con qualsiasi altro corso che dia diritto al'acquisizione di crediti formativi universitari o accademici, in Italia o all'Estero, da qualsiasi ente organizzati".
• In caso di opzione tra due o più corsi TFA l'aspirante dovrà optare per uno solo consentendo negli altri lo scorrimento della graduatoria dei partecipanti. Ugualmente ciò avviene in caso di rinuncia.
• Congelati SSIS: il decreto prevede che i cosiddetti "congelati SSIS" possano accedere in soprannumero ai percorsi FTA ai fini del conseguimento dell'abilitazione senza limite temporale.
• Si prefigurano convenzioni tra Università in caso di mancato raggiungimento del numero di aspiranti in una singola Università.
• Sulla questione dei tutor coordinatori/organizzatori il provvedimento per il riconoscimento dell'esonero o del semiesonero è ancora giacente presso il MEF. In caso di uletriori ritardi gli USR sono invitati a utilizzare temporaneamente personale docente a disposizione sino ad individuazione del titolare.
• L'amministrazione ha confermato che invece i tutor di istituto saranno pagati dalle Università (il quantum è ancora incerto..).
• Il Ministro conferma la volontà che i futuri test preselettivi siano impostati su quesiti di logica, conoscenze generali e abilità informatiche senza elementi disciplinari.
Le OO.SS. presenti hanno preso atto positivamente che molte delle richieste fatte all'amministrazione sono state affrontate nella circolare, ma si confermano ancore le critiche circa la mancanza al tavolo del settore universitario e del settore AFAM, cosa che era stata formalmente richiesta al Sottosegretario e al Ministro.
In particolare mancano notizie circa l'attivazione dei percorsi formativi per il sostegno e per tutte le classi di concorso attinenti all'AFAM, settore in cui non sono ancora chiare le modalità circa il riconoscimento di alcuni titoli di accesso. Mancano ancora le indicazioni circa i percorsi CLIL.

( categories: Spazio precari )

CONCORSO, RINVIATE PER MALTEMPO LE PROVE DELL'11 E 12 FEBBRAIO

Inserito da admin il 10 Febbraio, 2013 - 07:58

MALTEMPO, CONCORSO RINVIATOA causa delle avverse condizioni meteorologiche previste dalla Protezione Civile per i prossimi giorni in tutta Italia, le prove scritte del concorso, programmate per lunedì 11 e martedì 12 febbraio, sono rinviate.

 

Le nuove date per lo svolgimento delle prove saranno comunicate sul sito del Ministero. Sono invece confermate le prove previste per mercoledì 13 febbraio e per i giorni successivi, salvo diverso avviso che sarà eventualmente pubblicato sul sito del Miur.

 

In queste ore il Ministero sta inviando una e-mail di avviso a tutti i candidati che avrebbero dovuto sostenere la prova scritta lunedì 11 e martedì 12.

( categories: Spazio precari )
XML feed